Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

Il Vescovo:
«Venite alla Festa della Famiglia»


Da subito mons. Ambrosio è stato sostenitore dell'iniziativa.
"In un clima culturale che esalta l'individuo, eventi come questo
servono a ridare centralità alla famiglia, bene per il singolo e per la società"

ambrosiofdf

È stato uno dei primi sostenitori, quando ancora questa "Festa della Famiglia" era nel cuore e nei desideri degli organizzatori. Il vescovo mons. Ambrosio ha da subito appoggiato la proposta del Forum provinciale delle Associazioni familiari e dell'Unione Giuristi Cattolici di organizzare una due-giorni per riflettere ed incontrarsi intorno al "bene famiglia".

"La nostra visione culturale - sottolinea il Vescovo - tende ad esaltare le singole persone, dimenticando che sono inserite in un contesto. Uno dei contesti fondamentali è certamente quello dei legami e dell'appartenenza familiare".
"Attraverso un evento – continua il Vescovo - c'è quindi il desiderio di riuscire a far comprendere la centralità della famiglia per la vita buona di tutti. Il che significa per la vita buona dei membri stessi della famiglia, ma anche della società circostante e della nostra realtà ecclesiale".
La famiglia non è una "fissazione" dei cattolici. "È un bene prezioso per tutti e a disposizione di tutti - ribadisce mons. Ambrosio -. Tutti, cattolici e non, veniamo da lì e sarebbe bene che lo riconoscessimo. La famiglia è un'istituzione che ha una missione straordinaria: la trasmissione della vita, dalla quale deriva la crescita civile della nostra realtà sociale". ·
"L'invito - conclude quindi mons. Ambrosio - è a partecipare numerosi alla Grande Festa della Famiglia".
Il Vescovo sarà presente aprendo i lavori domenica 13 settembre alle ore 10 a Palazzo Gotico.

Pubblicato sull’edizione speciale de “il Nuovo Giornale” del 9/11/2009

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente