Menu

I «Progetti del Cuore» realizzano un mezzo per Carpaneto, Podenzano e San Giorgio

anteas


Il sostegno alle persone in difficoltà arriva anche in tempo di emergenza a sanitaria. Per garantire i servizi di trasporto a tutte le persone fragili, anziani, bambini e disabili si è tenuta il 13 novembre la consegna delle chiavi, per l’inaugurazione del nuovo mezzo di trasporto per i cittadini di Carpaneto Piacentino, Podenzano e San Giorgio Piacentino.
In questa occasione i “Progetti del Cuore”, avviati da qualche tempo sul nostro comune, rendono disponibile da oggi un nuovo mezzo di trasporto per le persone anziane e diversamente abili per garantire ai cittadini il servizio di trasporto sociale gratuito per una durata di due anni, durante i quali il servizio sarà garantito e gestito in maniera integrale: dall’allestimento del mezzo per il trasporto disabili, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura kasko).
L’importanza e l’urgenza di questo progetto nascono dalle sempre crescenti necessità del territorio, soprattutto in questo periodo di emergenza, in cui molti Comuni si sono occupati di sostegno alle persone fragili anziani, bambini e disabili.
Quest’anno a ricevere il mezzo sarà il Comune di Carpaneto Piacentino Podenzano e San Giorgio Piacentino, che avrà a disposizione un Fiat Doblo attrezzato per il trasporto dei cittadini diversamente abili e in stato di necessità. Da sempre l’Anteas si occupa di aiutare le persone in difficoltà del territorio, come anziani, disabili o malati che ogni giorno hanno bisogno di assistenza.
Il progetto ha preso, così, il suo via effettivo nonostante le attuali norme restrittive in materia confinamento, lasciando le chiavi nelle mani dei volontari che cominceranno i servizi e mandando un messaggio di ringraziamento a tutti i sostenitori, per i quali l’invito alla cerimonia di inaugurazione effettiva è stato rimandato non appena le condizioni di confinamento lo consentiranno.
“Prima dell’avvento del Covid – spiega il Presidente Tamborlani- facevamo tutti i trasporti in convenzione con servizi sociali del comune che ci segnalavano i casi su cui si doveva intervenire gratuitamente con servizio di trasporto presso gli ospedali ecc. Con l’andare avanti della situaione d’emergenza Anteas ha ulteriormente modificato i suoi servizi facendo un accordo con Caritas per la consegna a domicilio di generi alimentari. Nell’attesa di poter ripristinare tutti i servizi”.
A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che aveva presentato l’iniziativa all’inizio nell’ambito dei “Progetti del Cuore”: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti a Carpaneto Piacentino, Podenzano e San Giorgio Piacentino: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”.
Ed è stato proprio grazie alla partecipazione della attività locali che si è potuta garantire l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende che hanno aderito, oltre a trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, hanno potuto sostenere e aiutare i membri più fragili della comunità.

Pubblicato il  20 novembre 2020

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente