Menu

«Vivere la tecnologia senza essere succubi»

ucid basile

La sezione di Piacenza dell’UCID - Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti - ha organizzato online un’incontro con il dott. Alessandro Basile, consulente per le imprese innovative e le nuove tecnologie, autore del volume “Blockchain - la nuova rivoluzione industriale”. Il titolo della conferenza: “Il miglioramento dell’uomo attraverso la tecnologia” coordinatore Giuseppe Ghittoni presidente dell’Unione.

Ristrutturazione aziendale e nuove tecnologie

“Il Covid è stato un acceleratore della digitalizzazione dei processi aziendali e dei progetti innovativi, la volontà di ristrutturazione delle aziende attraverso la tecnologia si è fatta più impellente, a dimostrazione che l’innovazione tendenzialmente nasce da un periodo di crisi - commenta il dott. Basile -. Innovare significa inventare, progettare qualcosa di nuovo per migliorare i processi aziendali e la vita quotidiana di ognuno noi. Le tecnologie emergenti e l’innovazione a cui stiamo assistendo rappresentano una nuova rivoluzione industriale e questa sarà la più veloce di tutte”.

Blockchain un registro d’informazioni

“La blockchain, per semplificare, la possiamo vedere come un registro d’informazioni decentralizzato a cui tutti i partecipanti a questo sistema possono attingere -continua il relatore-. Tutto ciò ha determinato un grande impatto sia a livello dei processi aziendali che nella vita quotidiana delle persone, basti pensare alla tracciabilità e alla trasparenza delle informazioni a cui si può accedere. Possiamo dire che rappresenta un paradigma tecnologico ed un insieme di tecnologie già esistenti ma riorganizzate”.

Le tecnologie possono migliorare il lavoro ed il quotidiano

“Stanno nascendo diverse realtà di utilizzo delle nuove tecnologie e tutto ciò può portare ad un miglioramento del lavoro - sostiene Basile - è evidente che nulla è mai completamente positivo o completamente negativo, per questo ritengo sia necessario creare un rapporto virtuoso con la tecnologia riuscendo ad utilizzarla al meglio. Molti lavori sono già stati completamente sostituiti e questo sarà un trend inarrestabile. Il rapporto collaborativo tra uomo e tecnologia aumenterà ogni giorno, con il risultato che si otterranno miglioramenti sia nei profitti aziendali che nella qualità di molti lavori”.

Profitto ed etica nella tecnologia

“È necessario vivere la tecnologia senza esserne succubi, ma l’impatto che potrà avere in certi ruoli sarà importante basti pensare alla sanità -conclude il relatore-. L’essere umano dovrà sempre più specializzarsi ed istruirsi per entrare nel mercato del lavoro. A causa della pandemia abbiamo ad esempio verificato l’importanza della didattica a distanza attraverso strumenti tecnologici, strumenti che possono permetterci di aumentare le nostre conoscenze. Le problematiche legate alle fasce più deboli per età sono evidenti poiché non hanno né la formazione, né gli strumenti stessi per usufruire dei servizi tecnologici, ma l’informatizzazione della pubblica amministrazione ad esempio, condurrà ad uno snellimento burocratico ed ad una maggiore trasparenza, sarà inoltre necessario colmare il gap teorico, tecnico e professionale delle figure con bassa scolarizzazione”.

Stefania Micheli

Ascolta l'audio   

Pubblicato il 29 ottobre 2020

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente