Menu

Apertura degli sportelli di orientamento al lavoro

lavoro

Dopo le serate di Vigolzone, Podenzano, San Giorgio e Gropparello, il ciclo di incontri “Ricerca lavoro e…” di About a Job - il progetto di Unione Valnure Valchero di supporto ai giovani nella ricerca del lavoro gestito dalla cooperativa L’Arco – ha fatto sosta a Carpaneto Piacentino.
L’idea alla base di questo incontro, replicato con un tema diverso in ognuno dei cinque Comuni coinvolti, è quella di partire da un presupposto inusuale, quello per cui quando si parla di lavoro, si parla di diversi aspetti della vita, dal rapporto genitori-figli, alla propria identità, all’uso del tempo libero, alle emozioni e alla sfera della comunicazione.
A Carpaneto la counsellor L’Arco Alessandra Bassi si è soffermata sul ruolo dell’identità nella ricerca del lavoro. Il lavoro contribuisce a spiegare l'identità di una persona: ma se il lavoro sicuro non è più garantito, come gestire l’incertezza che ne consegue? Uscire dalla zona di comfort del lavoro “per sempre” significa cogliere una opportunità per porsi domande, per cercare alternative al lavoro che "ho in testa e non trovo". Un’occasione per cambiare punto di vista e scoprire le proprie risorse. Gli orientatori da questo punto di vista diventano i facilitatori che accompagnano i giovani nell'incertezza: l'incertezza come la strada per arrivare a essere sicuri di lavorare, capace di far emergere le proprie competenze. Con la Bassi l’ospite della serata è stato il dott. Claudio Miserotti, Maestro del Lavoro, a rappresentare una identità professionale basata sul valore della fatica e sull’importanza del lavoro in gruppo e della formazione continua.
A supporto di chi sceglie di pianificare la propria ricerca del lavoro, è stato attivato uno sportello di orientamento lavorativo, ad accesso libero e gratuito, aperto tutti i mercoledì dalle 11 alle 12.30 e condotto dall’orientatrice L’Arco Daniela Dallavalle (per info: ) presso la Biblioteca Comunale di Piazza XX Settembre 1, fino alla fine di maggio. Qui i giovani dai 14 ai 34 anni - ma anche chi sta loro vicino, come genitori e insegnanti - possono trovare orientatori che li accolgono e parlano con loro, per far emergere e riconoscere le loro risorse individuali. Un punto di partenza, quello del racconto delle proprie esperienze e aspirazioni, per raccogliere aspetti utili a supportare i giovani nella scelta del percorso da intraprendere, sia a livello di orientamento formativo sia professionale. Un percorso che prevede ad esempio la riformulazione del proprio curriculum, il sostegno nella ricerca di un corso per riqualificarsi o nell’individuare un’azienda a cui inviare la propria candidatura. O anche il ritrovarsi per raccontare l’esito di un colloquio. Perché questo tipo di servizio rappresenta un mezzo per entrare realmente in contatto con i ragazzi, diventando un punto di riferimento, “lavorando con la persona sulla persona”, con un progetto professionale mirato e individualizzato.

Gli orari di tutti gli sportelli di orientamento lavorativo nei cinque Comuni coinvolti:

Comune di San Giorgio Piacentino
tutti i mercoledì dalle 9.30 alle 11.00 
Biblioteca Comunale, Via Castello 6
a cura di Monica Francani
Per info: Monica Francani |  | 389.2870093

Comune di Vigolzone
tutti i martedì dalle 10.00 alle 11.
Centro Civico,Viale Stefano Castignoli
a cura di Silvia Vitale
Per info: Silvia Vitale |  | 389.2870092

Comune di Podenzano
tutti i giovedì dalle 10.00 alle 11.30 
Sala Video, Biblioteca Comunale, Palazzo della Cultura, Piazza Nuova
a cura di Monica Francani
Per info: Monica Francani |  | 389.2870093

Comune di Gropparello
tutti martedì dalle 11.30 alle 13.00  
Biblioteca Comunale, Via Roma
a cura di Daniela Dallavalle
Per info: Daniela Dallavalle |  | 340.5020690

Comune di Carpaneto Piacentino
tutti i mercoledì dalle 11.00 alle 12.30 
Biblioteca Comunale, Piazza XX Settembre 1
a cura di Daniela Dallavalle
Per info: Daniela Dallavalle |  | 340.5020690

Pubblicato il 15 marzo 2019

 

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente