Menu

Apicoltura e cena in viola alla Biblioteca di Strada

biblioStrada11set


Proseguono gli appuntamenti estivi alla Biblioteca di strada, tra via Serravalle Libarna e via Tortona a Piacenza.

Martedì 11, dalle 18 alle 19.30, è in programma l’incontro sul tema “Api, miele, salute e benessere”, a cura dell’Associazione Laureati in Scienze agrarie e forestali di Piacenza, nel corso del quale interverranno Paolo Iacopini, dottore agronomo, e l’apicoltore Francesco Emanueli.
Le api, indicatore straordinario dello stato di salute dell’ambiente, hanno rischiato seriamente di sparire a causa dell’uomo.
La loro salute sta migliorando, ma tanto deve essere fatto per salvare, con loro, la biodiversità vegetale. Instancabili lavoratrici, le api, col frutto del loro industrioso ronzìo, il miele in particolare, nutrono loro stesse, gli uomini e gli animali, e permettono, favorendo l'impollinazione, il ciclo naturale delle piante.
Appena i fragili equilibri della natura si rompono, sono le api, tra le prime, a subirne gli effetti e a mostrare, a chi sa e vuole cogliere i loro segnali, che qualcosa nell’ecosistema non funziona.
A conclusione dell'incontro verrà offerto un piccolo buffet, con assaggi di miele accompagnati da formaggi e altro.

Giovedì 13 settembre, a partire dalle 19.45, si terrà l’ormai tradizionale pic-nic al parco, questa volta con un menù “in viola”, per stare insieme, condividere prelibatezze e leccornie fatte in casa, un bicchiere di buon vino o una semplice bibita.
Chiunque sarà il benvenuto, portando – se lo desidera – una specialità o una bottiglia da condividere.
La struttura metterà a disposizione tavoli, sedie, condimenti di base, acqua, stoviglie e un po’ di musica di sottofondo.
E dopo cena si potrà chiacchierare, giocare a carte, e comunque stare in compagnia.

Pubblicato il 10 settembre 2018

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente