Menu

A Missano al via la nuova Proloco

SantAnna

A Missano di Bettola, in Valnure, è da poco nata la Pro loco “Amici di S.Anna” ed è già stato predisposto il programma delle iniziative per il 2018. Il prossimo 2 giugno, ad esempio, si terrà la marcia non competitiva nei dintorni di Missano – con passaggio davanti alla cappellina dedicata a Sant’Anna -, il 29 luglio sarà la volta della festa alla stessa cappellina: la messa sarà officiata da monsignor Giorgio Corbellini e da don Angelo Sesenna, parroco di Bettola (al termine è previsto un ricco rinfresco per tutti i presenti).
“Lo scorso 7 dicembre – spiega Giuseppe Ghigna, abitante di Missano e tra i fondatori della neonata realtà – abbiamo trasformato la nostra associazione “Amici di Sant’Anna” in una pro loco. Attualmente sono ancore aperte le iscrizioni e i tesseramenti alla pro loco, fino al 31 marzo. Al termine provvederemo ad eleggere le cariche interne”.
L’associazione, sebbene operante in una piccola realtà, era molto vivace: ci sono tutti i presupposti per fare bene anche come pro loco.
“Siamo una trentina di persone – precisa Giuseppe -, abitanti di Missano di Bettola o emigrati che fanno ritorno volentieri quando possono. Siamo tutti molto legati al nostro paese e, di conseguenza, anche alla cappellina dedicata a Sant’Anna.
Monsignor Corbellini, chiamato a celebrare la funzione anche quest’anno, ormai è una presenza fissa alla messa di luglio. “L’abbiamo invitato un anno e poi è sempre venuto volentieri: è legato anche lui a questo luogo, è della zona, frequentava Missano tanti anni fa e aveva celebrato delle messe nel nostro territorio. Ecco perché è un nostro ospite fisso ormai”.
In cantiere, a ottobre, anche una castagnata: la pro loco di Sant’Anna potrebbe sbarcare a breve anche sui social (forse su Facebook) per illustrare le sue iniziative e tenere aggiornati.   Al suo interno, oltre alla statua di Sant’Anna, è collocata anche una statua della Madonna di Medjugorje.

Pubblicato il 19 marzo 2018

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente