Menu

I circoli, sentinelle tra la gente

torrio

“Il circolo è la casa di tutti”. A Torrio, in Val d’Aveto, da ottobre manca un punto di ritrovo fondamentale per il paese: il circolo Acli (nella foto, l’attuale vicepresidente Giancarlo Peroni, a destra, mentre premia un volontario del circolo; dietro, lo storico parroco don Guido Balzarini), fermo, come tutte le attività circolistiche, in base alla normativa anti Covid. 

Sono proprio le realtà più piccole, di montagna ma anche di pianura, a soffrire maggiormente della mancanza di questi luoghi di aggregazione, meta preferita soprattutto dalla popolazione anziana, ma non solo.  “È venuto a mancare il rapporto con le persone: vedersi online non è la stessa - commenta Roberto Agosti, storico volto delle Acli piacentine -. Stiamo cercando di fornire supporti psicologici e un corso di alfabetizzazione informatica per gli anziani, è una abilità sempre più necessaria per dialogare con Ausl e banche”.

“I circoli sono le nostre sentinelle in mezzo alla gente. Non è tanto il caffè o la bibita, che si possono trovare ovunque, è l’incontro e l’ascolto. Il mio pensiero va soprattutto ai circoli della montagna, ma anche a quello di Boscone, dove siamo l’unico centro di vita sociale”. Umberto Morelli, presidente provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori, è stato tra i primi sul territorio ad accendere i riflettori sulla situazione dei circoli ricreativi, chiusi da ottobre. “In questi mesi - esemplifica, parlando del circolo di Gragnano - abbiamo fornito supporto alla Caritas parrocchiale. Sono aumentati i bisogni, abbiamo cercato di dare una mano, ma ovviamente sono venuti meno tutti gli incontri ricreativi e conviviali della nostra sede”.

Dei 97 affiliati Anspi sul territorio, in 80 hanno già rinnovato l’adesione per il 2021. “È un dato positivo, che ci fa ben sperare - riflette Paola Rebecchi della segreteria -. In gran maggioranza i nostri circoli coincidono con l’oratorio, dove l’attività educativa e di catechesi, salvo il periodo di zona rossa, è continuata”. Diversa la situazione delle realtà di collina e montagna, “qui i circoli animano la comunità e spesso sono l’unico punto di ritrovo per gli anziani”.

Leggi il servizio completo su il Nuovo Giornale dell'8 aprile 2021

Qui puoi acquistare la tua copia digitale:  pulsanti acquista

Pubblicato l'8 aprile 2021

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente