Menu

Lo scalabriniano Tomasi è cardinale

tomasi papa

C’è anche lo scalabriniano Silvano Tomasi tra i 13 futuri cardinali annunciati il 25 ottobre da papa Francesco. Riceveranno la berretta cardinalizia nel Concistoro del 28 novembre. Trevigiano, è stato fino al 2016 osservatore permanente della Santa Sede all’ufficio dell’Onu a Ginevra e all’Organizzazione Mondiale del Commercio e, sempre nel 2016, segretario delegato del Pontificio consiglio della giustizia e della pace.   

Il suo percorso

Mons. Tomasi è nato il 12 ottobre 1940 a Casoni di Mussolente, provincia di Vicenza e diocesi di Treviso. Ha superato perciò gli 80 anni e quindi non potrà partecipare a un prossimo Conclave. Si è formato e ha vissuto a lungo negli Stati Uniti. A New York ha studiato teologia ed è stato ordinato sacerdote nel 1965. Ha conseguito una laurea magistrale in scienze sociali e un dottorato in sociologia alla Fordham University di New York. È stato assistente professore di sociologia alla City University di New York (Richmond College, City College) e alla New School of Social Research (1970-1974). Come direttore fondatore del Center for Migration Studies di New York e ha fondato e curato la rivista trimestrale “International Migration Review”. Sul piano pastorale ha operato a New York ed è stato direttore dell’ufficio per la Cura pastorale degli Immigrati e Rifugiati della Conferenza episcopale degli Stati Uniti.  

Arcivescovo nel 1989

Nel 1989 è divenuto arcivescovo ed è stato segretario del Pontificio Consiglio della pastorale per i migranti e gli Itineranti. Dal ‘96 al 2003 è stato nunzio apostolico in Etiopia, Eritrea e Gibuti e osservatore presso l’Unione africana, che ha sede ad Addis Abeba.  Nel settembre 2003 mons. Tomasi ha iniziato il suo servizio come Osservatore permanente della Santa Sede all’Onu a Ginevra e alla Organizzazione mondiale del commercio, incarico che ha mantenuto fino al 2016. Membro del nuovo Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, è stato anche segretario delegato di questo organismo vaticano. Mons. Tomasi è il secondo scalabriniano a essere nominato cardinale; prima di lui aveva ricevuto nel 2010 la berretta cardinalizia Velasio De Paolis (1935-2017).

Pubblicato il 25 ottobre 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente