Menu

Nasceranno le comunità pastorali

duomo

Ha iniziato il suo lavoro la Commissione nominata dal vescovo mons. Gianni Ambrosio incaricata di preparare lo schema della nuova articolazione della diocesi in Comunità pastorali a partire dal percorso compiuto in questi anni da parrocchie, unità pastorali e vicariati e dai criteri elaborati dagli Uffici pastorali.
Il frutto del lavoro verrà sottoposto al Vescovo e sarà al centro della riflessione sia del Convegno pastorale diocesano il 13 e 14 settembre che della due giorni del clero il 26 e 27 settembre.
La Comunità pastorale - dice don Paolo Cignatta, vicario episcopale per il coordinamento degli Uffici pastorali - è un insieme di parrocchie di un’area territoriale omogenea, costituita per svolgere in modo efficace la missione evangelizzatrice secondo la visione di Chiesa indicata dal Concilio Vaticano II. L’obiettivo sul piano ecclesiale è creare Comunità con un’intensa vita cristiana in cui sia garantita una dignitosa celebrazione dell’eucaristia sia domenicale che feriale, si possano vivere cammini di fede e di iniziazione cristiana e promuovere un’azione caritativa strutturata.
Sul piano civile, ad eccezione della città capoluogo, le Comunità avranno un loro punto centrale che di norma è il paese sede del Comune, in cui sono presenti i vari servizi (scuole, posta, banche, ecc).

La commissione diocesana. Sono dieci i componenti della Commissione diocesana incaricata dal Vescovo di predisporre il progetto delle Comunità pastorali. Ne fanno parte: il vicario generale mons. Luigi Chiesa, il vicario episcopale per il coordinamento degli Uffici pastorali don Paolo Cignatta, il cancelliere vescovile don Mario Poggi, don Federico Tagliaferri (parroco del Preziosissimo Sangue e San Corrado), don Simone Tosetti (vicario parrocchiale a San Nicolò), Enrico Corti (segretario in diversi Comuni del piacentino, con una lunga esperienza in campo amministrativo, già presidente diocesano dell’Azione Cattolica e già direttore dell’Ufficio di pastorale sociale), Dario Carini (segretario dell’Ufficio pastorale diocesano), Francesco Luppi (docente di religione al liceo Volta di Castel San Giovanni e animatore dell’esperienza dell’oratorio nella parrocchia cittadina di San Giuseppe Operaio), Massimo Magnaschi (direttore dell’Ufficio di pastorale sociale e del lavoro, responsabile dell’area promozione della Caritas diocesana e direttore della Cooperativa Eureka) e Barbara Tondini (giornalista del Servizio multimedia per la pastorale).
Si è cercato - spiega don Paolo Cignatta - di vedere rappresentati nella Commissione per quel che riguarda i sacerdoti le varie età e gli ambiti di lavoro pastorale, dalla città alla montagna. Per i laici si è pensato ad una rappresentanza degli Uffici diocesani e sono state scelte persone con una variegata esperienza pastorale.

Pubblicato il 18 luglio 2019

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente