Menu

Riconoscimento Stefania Rossi 2019

gandolfiniMarco
Domenica 17 febbraio alle ore 18 al Teatro Gioia di Piacenza (via Melchiorre Gioia, 20), verrà assegnato l’ottavo Riconoscimento pubblico alla memoria di Stefania Rossi istituito dalla famiglia, in collaborazione con l’Azione Cattolica diocesana.

Tra le numerose segnalazioni pervenute nelle settimane scorse da parte di singoli, comunità e gruppi ,la Commissione incaricata ha scelto di assegnare il Riconoscimento a Marco Gandolfini.
Nato nel 1960 a Cortemaggiore, dove ha sempre vissuto, radiotecnico di professione, nel 1986 diventa milite volontario nella Pubblica Assistenza del paese e successivamente viene eletto presidente per due mandati consecutivi.
In quegli anni diventa formatore con il 118, insieme ad altri quattro colleghi, per i corsi di basic life support defibrillation (con massaggio cardiaco e defibrillatore) anche per i volontari delle Pubbliche dei paesi limitrofi.

È stato consigliere dell’Anspi nell’oratorio del paese, attivo nella vita della comunità parrocchiale e civile tramite servizi di volontariato in segreteria parrocchiale, sempre attento alle relazioni e al dialogo costruttivo con tutti in ogni ambito di azione.
Nonostante una malattia invalidante abbia limitato negli ultimi anni le sue possibilità concrete di azione, con il sostegno della famiglia continua a spendersi con amore per la sua comunità e il paese con uno stile generoso, altruista e intelligente ispirato ad una fede viva, semplice ed operosa.

La consegna avverrà nell’ambito del Pomeriggio per la Pace promosso dall’Azione Cattolica della Diocesi di Piacenza-Bobbio. “La buona politica è al servizio della pace” il tema della tavola rotonda che coinvolgerà quattro esponenti politici locali in un dialogo a partire dal Messaggio del Papa per la Giornata mondiale della Pace.
La tavola rotonda avrà inizio alle 16.15; al termine consegna del Riconoscimento Stefania Rossi.

La breve esistenza di Stefania Rossi (1957-2004), residente a Cortemaggiore, impiegata alla Cassa di Risparmio di Piacenza e da sempre aderente all'Azione Cattolica, è stata segnata dall’amore profondo per il Vangelo, dalla solida appartenenza ecclesiale, dalla seria professionalità sul lavoro e da un grande spirito di servizio.


Pubblicato l'11 febbraio 2019

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente