Menu

Giovani: educatori in rete

Prossimo appuntamento la Veglia del 16 dicembre

gruppo val nure copia

"Girando per le parrocchie della nostra diocesi, incontrando i sacerdoti, gli educatori e i giovani ci stiamo rendendo conto che nella nostra Chiesa c’è un grande potenziale, tante forze, tante idee, tanta passione che ha bisogno di essere messa in circolo. Nel passare da un vicariato all’altro, abbiamo respirato questa passione. Gruppi di ragazzi contenti di esserci e di incontrarsi. Educatori di diverse parrocchie che con pochi incontri organizzativi alle spalle hanno saputo progettare insieme e costruire una proposta accogliente per i ragazzi. Sacerdoti che nonostante il carico di impegni della domenica hanno voluto portare anche solo per pochi minuti il loro saluto e la loro vicinanza". Don Alessandro Mazzoni e Dario Carini, incaricati diocesani per la Pastorale giovanile e vocazionale, scrivono ai sacerdoti e agli educatori dopo il ritiro di Avvento per gli adolescenti di domenica 2 dicembre. Una novità, quella di una giornata per Vicariato, che gli incaricati diocesani hanno vissuto percorrendo le strade della diocesi insieme al Vescovo per incontrare i ragazzi e gli educatori che hanno vissuto questo primo ritiro diocesano per adolescenti. Sono riusciti a toccare solo 5 dei 7 vicariati della diocesi. Ma per il Vicariato di Bobbio, alta val Trebbia, Aveto e oltre Penice ed il Vicariato della val Taro e val Ceno hanno già espresso l'impegno di una visita all'inizio del nuovo anno.
Il bilancio? «Abbiamo cominciato a gettare dei semi i cui frutti speriamo possano crescere nel tempo. Siamo consapevoli che alcune delle sfide che ci siamo proposti non hanno un immediato riscontro, ma siamo altresì certi che dobbiamo uscire da certi modi di pensare la missione con i giovani che ci portano a valutare la bontà delle proposte in base a criteri come il numero dei partecipanti o le reazioni alla troppo riduttiva domanda: «Ti è piaciuto?». Sicuramente tante cose potevano essere fatte diversamente, forse meglio, ma questo volevamo che fosse l’inizio di un cammino... infatti questa prima giornata adolescenti della nostra diocesi non è stata l’idea di qualcuno in particolare, ma il risultato dei tanti contributi arrivati dai vari Vicariati e da singole parrocchie. La strada da fare è ancora tanta, ma piccoli segni di speranza sono già spuntati».
Sull'edizione di domani del Nuovo Giornale, le voci dei referenti dei Vicariati che ribadiscono: la prima ricchezza di questo ritiro è stata la possibilità di iniziare un lavoro insieme.
Il prossimo appuntamento è con la Veglia diocesana per giovani dai 18 ai 30 anni venerdì 14 dicembre a Podenzano.

Pubblicato il 5 dicembre 2018.

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.