Menu

logo new2015 okregalaNG18 test BLU

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Il 1° gennaio alla Galleria Alberoni

giovinezzavecchiaia

Apertura straordinaria della Galleria Alberoni, martedì 1° gennaio 2019 con un originale programma interamente dedicato al tema del tempo.

Il tradizionale appuntamento alberoniano dedicato al tempo, nel primo giorno dell’anno, assume quest’anno una fisionomia differente.
Il pomeriggio prevede due momenti: una visita guidata speciale e un concerto.
Alle ore 16 avrà inizio un itinerario guidato intitolato Il tempo dei libri, il tempo dell’arte, la misura del tempo che condurrà alla scoperta di un capolavoro dipinto e di un capolavoro di carta delle collezioni alberoniane, per ogni secolo.
Un percorso guidato che permetterà di attraversare i secoli dal Quattrocento al Settecento attraverso la storia dell’arte e del libro.
Il percorso svelerà, per il XV secolo, la straordinaria "Sacra Famiglia con S. Giovannino" opera di un giovane Luca Signorelli (Cortona 1445 ca. - 1523), per il XVI secolo la "Visione di S. Giovanni a Patmos" (circa 1510/1555), piccola tavola dipinta da Henri Met de Bles detto il Civetta, per il XVII secolo il suggestivo dipinto di Angelo Caroselli (1585-1652) raffigurante la "Giovinezza e Vecchiaia", mentre per il XVIII secolo sarà presentata la tela raffigurante "Vecchia contadina con il gozzo che danza al suono delle nacchere", realizzata da un anonimo lombardo.
Il viaggio nel tempo attraverso i libri mostrerà, per il XV secolo il"Liber in iudiciis astrorum", prezioso incunabolo stampato a Venezia nel 1485, per il secolo XVI il "Gnomonices libri octo", di Christophorus Clavius, stampato a Roma nel 1581, per il XVII secolo sarà invece mostrato il volume "De annis climatericis et antiqua astrologia diatribae", stampato a Leida nel 1648, opera dell’erudito Claudio Salmasio.
Il Settecento non poteva che essere esemplificato dal libro emblematico del secolo, l’"Encylopédie ou Dictionnaire raisoné des sciences, des arts et des metiers", di cui la Biblioteca del Collegio possiede l’edizione livornese del 1770; sarà esposto il volume relativo all’Horlogerie.
La visita guidata speciale presenterà inoltre la collezione alberoniana di strumenti di misurazione del tempo acquisiti, commissionati, costruiti e oggi custoditi al Collegio Alberoni: antichi ingranaggi, orologi, antiche pendole, strumenti astronomici dedicati alla determinazione dell’ora esatta, meridiane.
Un percorso attraverso il tempo e la storia della cultura assolutamente da non perdere nel primo giorno del nuovo anno.

La visita guidata permetterà comunque di vedere le opere principali e più importanti delle collezioni storiche, artistiche e scientifiche alberoniane (la strepitosa collezione di arazzi, la pinacoteca alberoniana, la tavola Ecce Homo e i dipinti più preziosi e antichi, la biblioteca monumentale, etc).

Alle ore 18, nella Sala degli Arazzi, si terrà un concerto-conversazione a cura della pianista Elena Gobbi e dell’Accademia della Musica che declinerà in musica il tema del tempo.
Elena Gobbi presenterà i tempi della musica, più propriamente l’andamento, eseguendo brani aventi le seguenti caratteristche: grave, largo, larghetto, lento, adagio, andante, allegretto, vivace, prestissimo

La visita guidata delle ore 16 è a ingresso ridotto € 4,50; il concerto-conversazione alle ore 18 è a ingresso gratuito.


Pubblicato il 27 dicembre 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.