Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
Prev Next

Ex Allievi San Vincenzo, i raduni annuali

Si sono tenuti il 16 dicembre scorso i raduni annuali dell’Associazione ex allievi del collegio San Vincenzo e dell’Associazione degli ex allievi, parenti e amici del collegio San Vincenzo. Due le sedi di ritrovo a Piacenza: via Beati al centro Manfredini e via Nova nel salone parrocchiale di Santa Teresa.
L’Associazione ex allievi San Vincenzo esiste dal 1955 ed è nata su sollecitazione di papa Pio XII che proprio in quegli anni invitava i cattolici a istituire associazioni di ex allievi come ulteriore testimonianza di fede. In quel periodo anche altre congregazioni come salesiani e figlie di Maria ausiliatrice si attivarono in tale direzione.
Il collegio San Vincenzo è presente a Piacenza dal 1843 quando la duchessa di Parma e Piacenza Maria Luigia d’Asburgo, moglie di Napoleone Bonaparte, chiese espressamente che i Fratelli delle Scuole Cristiane di San Giovanni Battista de La Salle si stabilissero con le loro scuole anche nella nostra città.

Ex allievi Via Beati

Il raduno annuale degli ex allievi San Vincenzo al centro Manfredini in via Beati si è aperto con i saluti del presidente Roberto Egalini che ha fatto il punto sulla vita dell’Associazione e ha presentato i suoi prossimi programmi. A seguito l’intervento del vicepresidente, Maurizio Dossena, anche referente piacentino e regionale della Confederex, vicepresidente nazionale, che ha riferito del Convegno nazionale di Confederex tenutosi a Roma in occasione dei 65 anni di fondazione. In quell’occasione è stata sottolineata l’importanza di una Chiesa fedele agli insegnamenti del Vangelo di cui anche i laici siano promotori e testimoni.
Dossena ha ricordato anche che dal 18 novembre 2018 al 31 dicembre 2019 papa Francesco ha indetto un Giubileo straordinario per i 300 anni dalla morte di S. Giovanni Battista de La Salle.
Presenti al convegno anche il presidente di Fedexal, Fabrizio Panesi, e fratel Domenico Laiolo che pur vivendo a Massa da parecchi anni non ha dimenticato il periodo trascorso a Piacenza, al collegio San Vincenzo, a cui si sente ancora fortemente legato.

In conclusione, sono stati assegnati i due premi Lasalle e Lasalle d’oro rispettivamente all’ex allievo Paolo Corvi Mora e all’onorevole Massimo Polledri.

Per il prossimo futuro dell’associazione sono state avanzate interessanti proposte e una in particolare, giunta dall’architetto Gaetano Favari, è stata fortemente sostenuta dai premiati. Favari ha suggerito di organizzare un breve corso di cultura civica per famiglie. L’idea è quella di fornire ai genitori delle indicazioni pedagogiche che possano aiutarli nell’educazione dei figli circa l’utilizzo sano dei mezzi multimediali e tecnologici, in particolare dei cellulari e dei social network. I lavori potrebbero iniziare già dal prossimo gennaio.


Ex allievi Via Nova

Raduno annuale anche per l’Associazione degli ex allievi, parenti e amici del Collegio San Vincenzo che nel salone parrocchiale di Santa Teresa ha dedicato la mattinata del 16 dicembre alle scuole cattoliche piacentine.
Il Convegno si è tenuto alla presenza dell’assessore Jonathan Papamarenghi e della parlamentare Elena Murelli ed è stato presieduto dal presidente dell’Associazione Luciano Molinelli. Al tavolo, anche il vicepresidente Agostino Maffi, i consiglieri Mario Salvanelli e Paolino Fornaroli, il segretario Luigino Taramino.

Numerosi sono stati i premi assegnati: in primis, il premio Lasalliano all’Università Cattolica di Piacenza, ritirato dal direttore di sede Mauro Balordi anche per conto del rettore Franco Anelli; il premio “Cuore Lasalliano” è andato a Daniele Fornari, docente dell’Università Cattolica, che non ha potuto però essere presente.
Ulteriori riconoscimenti a Carlo Dionedi, direttore della scuola libera parentale di via Torta “Papa Giovanni Paolo II”; a Elisabetta Parmigiani, vicepreside della scuola paritaria di I e II grado Orsoline; alla Fondazione San Benedetto, a ENDO FAP-Don Orione rappresentata da Giovanni Bigoni e a Daniela Balordi, moglie dell’ex allievo Luigi Inzani. Sono state consegnate anche altre targhe in memoria di ex allievi, parenti e amici: targhe alla memoria dell’ex Capo di stato maggiore dell’Esercito italiano Fabrizio Castagnetti, dell’ex allievo Mario Botti, della moglie dell’ex allievo Giulio Crosignani, Alessandra Mazzari, e della mamma del presidente Molinelli, Luciana Ballerini.

Più volte nel corso della mattinata si è sottolineata e ribadita l’importanza di una scuola che partendo da basi e principi solidi sia al servizio di studenti e famiglie di ogni credo, idea e cultura garantendo anche lo sviluppo del libero e critico pensiero. È stata sottolineata anche l’importanza della formazione del corpo insegnanti.

Mariachiara Lunati


Pubblicato il 20 dicembre 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente