Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Salita al Pordenone gratuita al venerdì sera

pord DSC5363

Salita al Pordenone gratuita nelle serate dei venerdì di luglio: la Banca di Piacenza - compatibilmente con il fatto che vi è un solo camminamento sia per salire che per scendere – darà l’opportunità di visitare gli affreschi dell’artista che nella nostra città ha espresso il suo prestigioso talento, a tutti coloro che lo vorranno, dalle 21.30 alle 24 (con ultimo accesso alle 23).

«Coloro che vorranno essere sicuri di poter salire - ha spiegato il vicedirettore generale della Banca di Piacenza, pietro Boselli, alla presentazione dell'iniziativa - dovranno prenotarsi on-line (sul sito www.bancadipiacenza.it oppure www.salitaalpordenone.it oppure www.midaticket.it). Collaborano con la Banca, oltre che il Comune che è proprietario dell’immobile, le seguenti organizzazioni: Condifesa, Confcooperative, Confederazione italiana agricoltura (Cia), Cna, Coldiretti, Confedilizia, Confindustria, Consorzio infrastruttura logistica, Forum Famiglie, Unione agricoltori e Upa. I soci di queste associazioni potranno disporre di una guida sia per la Salita che per le visite in basilica».

Pietro Boselli ha anche ricordato due ulteriori iniziative della Banca di Piacenza: «Già da qualche giorno – ha spiegato – è possibile visitare la Salita lasciando il proprio animale domestico, cane o gatto, in appositi recinti allestiti a pochi metri dall’ingresso della Salita. La Banca ha predisposto questo servizio in collaborazione con l’assessorato Tutela animali del Comune di Piacenza. Un servizio innovativo che consente di coniugare l’amore per l’arte con quello per il proprio animale domestico. In collaborazione con l’associazione Amici Veri abbiamo creato un apposito conto corrente destinato agli amici degli animali, ai quali il conto può anche essere intitolato, che ha destato l’interesse di diversi organi di stampa in ogni parte d’Italia».

Pubblicato il 2 luglio 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.