Menu

Sostegno alla mobilità casa-lavoro per persone con disabilità

comune

Sarà possibile fino a venerdì 15 marzo, presentare domanda per accedere ai contributi a sostegno della mobilità verso e dal luogo di lavoro, relativamente alle spese sostenute nel 2018 da lavoratori dipendenti e tirocinanti con disabilità, che abbiano necessità di trasporto personalizzato.

A richiedere il contributo potranno essere i cittadini residenti a Piacenza, con contratto a tempo indeterminato o determinato (o inserimento in tirocini formativi), in possesso della certificazione di handicap in base alla legge 104 del 1992 e/o della certificazione di invalidità ai fini del collocamento mirato in base alla legge 68 del 1999, il cui luogo di lavoro non sia raggiungibile con mezzi pubblici adeguati o compatibili con gli orari di attività.

Le domande – per cui il modulo necessario è reperibile sul sito www.comune.piacenza.it – devono essere presentate entro e non oltre le ore 13 di venerdì 15 marzo, indirizzandole ai Servizi Sociali del Comune di Piacenza in una delle seguenti modalità: consegna a mano presso l'InformaSociale di via XXIV Maggio 28; spedizione tramite servizio postale (raccomandata con ricevuta di ritorno), corrieri postali o agenzie di recapito autorizzate presso la sede del Servizio in via Taverna 39; tramite posta elettronica certificata alla casella ; in alternativa, con consegna a mano o con raccomandata a/r agli Sportelli Polifunzionali del Comune di Piacenza, in viale Beverora 57.
Le richieste di contributo presentate dopo la scadenza del bando saranno escluse, mentre si intenderanno valide quelle spedite per posta, con data di partenza entro i termini risultante dal timbro postale.

Potranno essere rimborsate le spese documentate per servizi di trasporto personalizzati (ad esempio il taxi), nonché quelle sostenute da parenti o affini fino al terzo grado, anche non conviventi, associazioni di volontariato e colleghi di lavoro che accompagnino la persona con disabilità per gli spostamenti casa-lavoro (i riferimenti saranno la distanza percorsa e le tabelle Aci 2018 relative al costo chilometrico). L'ammontare del contributo sarà quantificato, in base alle risorse disponibili, in relazione al numero di domande ammissibili e alle distanze. Si procederà per garantire, anche in misura parziale, la copertura di tutte le richieste pervenute. Il contributo non potrà in ogni caso superare il limite di 3 mila euro per ciascuna domanda.

Pubblicato il 10 gennaio 2019

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente