Menu

L'infettivologo Bassetti: «Test sierologici per tutti»

Coronavirus, il Primario di Malattie infettive del Policlinico di Genova spiega quali possono essere gli strumenti utili per tornare alla normalità

bassetti

“I test sierologici sono lo strumento per capire quanto questo virus ha circolato e se abbiamo l'immunità. Per questo i test sierologici dovrebbero essere fatti a tutta la popolazione. Un Paese maturo e organizzato deve rendere disponibili questi test a tutti”. Lo ha detto il primario della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, a Tv2000 in collegamento con il programma "Il mio medico" parlando dell'emergenza Coronavirus.

“Il ministero della Salute e l'Istituto superiore di sanità - ha aggiunto il professor Bassetti - dovrebbero dire quale test è il migliore e quale funziona meglio in modo tale da uniformare a livello centrale i vari tipi di test. Negli ultimi giorni anche l'organismo americano che regola il mercato dei test e dei farmaci ne ha approvati un paio”.
“La maggioranza dei Paesi, Europa e Usa - ha concluso il professor Bassetti a Tv2000 - stanno andando avanti verso questo sistema per capire cosa è successo realmente nei loro Paesi e se è possibile dare delle patenti d'immunità. Cioè chi ha avuto contatto con il virus e ha sviluppato l'immunità può tornare a lavorare. Questo potrebbe essere, almeno nel breve, uno strumento utile insieme alle misure di distanziamento sociale e le mascherine sui luoghi di lavoro per tornare presto a una situazione di normalità”.

Pubblicato il 17 aprile 2020

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente